.

MUFFIN DI FARINA DI CECI CON VERDURE


Chi legge il mio blog avrà capito che avendo due bambini, la casa da seguire e molti hobby, vado sempre alla ricerca di ricette veloci che siano allo stesso tempo buone e sane e perché no, anche belle da presentare. 
Questa è una ricetta semplicissima, svuotafrigo e molto sana 😉






INGREDIENTI (per 12 muffin)
- 100 gr di farina di ceci
- 200 gr di acqua
- 3 zucchine medie
- 200 gr di spinaci
- sale e pepe qb
- un cucchiaio di olio evo
- un cucchiaino di lievito, facoltativo, se volete che si gonfino un po' 
- erbette a piacere

In un contenitore, mettete la farina di ceci, l'acqua, sale, pepe, l'olio, le erbette e frullate tutto, vi consiglio di assaggiare se è giusto di sale e mettete in frigo a riposare una mezz'ora. Io lo preparo anche la mattina per la sera, oppure potete anche lasciarlo in frigo per un paio di giorni se vi avanza.
Saltate le zucchine e ripassate gli spinaci con uno spicchio d'aglio e siete pronti per infornare i muffin!! 

Consigli

Potete usare, ovviamente, le verdure che preferite e se ne avanzano aggiungerle come contorno.
Asciugare bene gli spinaci, altrimenti i muffin verrano troppo morbidi e se vi piacciono più secchi mettete meno verdure 😉
A me piace mangiarli tiepidi, anche perché raffreddandosi la farina di ceci si compatta e risulta più consistente...tra l'altro sono ottimi anche freddi.





Ungete gli stampi per muffin e versate qualche cucchiaio di composto nelle coppette, mettete le verdure fino al bordo....


ultimate riempiendo gli stampi con il composto fino all'orlo.


 Infornate nel forno già caldo a 220° per una mezz'ora , o comunque fino a che non saranno dorati


Una volta tolti dal forno, se avete unto bene gli stampi, basta capovolgere con delicatezza gli stampi e si staccheranno da soli, al massimo dovrete passare con un coltello sul bordo e capovlgerli.
Se vi piacciono le zucchine provate anche le mie zucchine ripiene vegane


Che dire, buon appetito!!!

RICOTTA DI MANDORLE VEGAN


Era un po' che cercavo di fare un "formaggio" che avesse la consistenza e il sapore perfetti, almeno per me 😜...ed ecco che il mio frutto secco preferito mi ha dato lo spunto, le mandorle!! Avevo provato a farla con il riso ma non avevo avuto lo stesso risultato...questa è delicatissima e allo stesso tempo saporita, una soddisfazione per il palato e, ultimo ma non da meno, semplicissima da preparare.....







Per ottenere una forma da 250 gr:
- 40 gr di mandorle
- 150 gr di acqua
- 30 gr di amido di mais
- 2 cucchiai di olio
- 2 pizzichi di sale
- 2 cucchiaini di lievito alimentare in scaglie
- una manciata di erbe aromatiche a piacere, io ho usato erba cipollina

Lasciate in ammollo le mandorle per una notte, spellatele e inseritele in un robot da cucina....io ho usato il bicchiere del minipimer perché il bimby per quantità così piccole non lavora bene, se volete raddoppiare le dosi col bimby sarà ancora più semplice.
Tritate bene le mandorle a secco...... 





.....pian piano aggiungete un po' di acqua, sale, lievito ed erbe aromatiche, e continuate a tritare fino ad ottenere un composto liscio, altrimenti si sentiranno i granelli delle mandorle





Mettete in un pentolino antiaderente, 30 gr di amido di mais aggiungete il composto appena frullato, l'olio e l'acqua, se vi è rimasta .......




continuate a mescolare, dopo qualche minuto, sentirete l'impasto addensarsi, continuate a mescolare per un paio di minuti ancora e otterrete una "palla" che rimarrà attaccata alla frusta staccandosi dai bordi del pentolino....è pronta!!





inserite il tutto in un contenitore, ungetelo leggermente, io ho usato quello di una ricotta per avere i caratteristici segni e la classica forma della ricotta, riponete in frigo per un paio d'ore....





dopo un paio d'ore, questo sarà il risultato....ottimo tagliato a fette e condito con olio sale e pepe oppure mangiato con i pomodorini tipo caprese!! 
A parte l'ammollo e il riposo in frigo, con 10 minuti di preparazione avrete un gustosissimo secondo 😉





Alla prossima.....


COME ACCORCIARE UN PAIO DI PANTALONI DA BAMBINO


Non so voi ma i miei figli dopo quattro o cinque volte che indossano un paio di pantaloni, si ritrovano con strappi sulle ginocchia!!
Ecco un modo carino per recuperare un paio di pantaloni e farli diventare corti....cosi si consumeranno le ginocchia 😁😁


Questo è il risultato finale, con la parte che si taglia si realizza un bordino da applicare alla gamba tagliata per rifinire il pantalone che sembrerà nuovo, tra l'altro si può fare anche su tute e jeans....al lavoro!!!



Come si vede dalla foto questi erano un paio di pantaloni foderati, per utilizzarli come pantaloni corti è meglio tagliare la fodera, altrimenti risulterebbero troppo pesanti per la stagione estiva.




Dopo aver tagliato la parte di gamba che non serve più, all'altezza dello strappo, vi troverete le due parti rovinate...




Tagliate i bordi e le parti rovinate in modo da ottenere due pezzi di stoffa




Cucitele insieme, dritto su dritto, sul lato corto, in modo da ottenere la lunghezza necessaria a coprire la circonferenza della gamba sulla quale si desidera fare il bordino




Tagliate in due secondo la lunghezza




Ora poggiate le strisce sul pantalone, prendete il segno e cucite




Ora appoggiate la fascia di stoffa, dritto su dritto, e cucite lasciando un bordo di almeno 1 cm




Questo è quello che vi ritroverete dopo aver aggiunto le strisce ai pantaloni




Mettete i pantaloni al rovescio e piegate la fascia a metà e poi di nuovo a metà, in modo che sia rifinita anche internamente, imbastite.



Avete terminato...fate un'ultima cucitura per fermare e rifinire il bordo ed avrete un paio di pantaloni corti...nuovi!!!







Vi aggiungo anche una piccola riparazione su una maglietta un po' messa male, ma considerando il lato affettivo, valeva la pena trovare una soluzione ;)
Il buco c'era e si vedeva!!




Tra gli scampoli c'era un pezzetto di pelle, un ciondolo rimediato nei cassetti....




Ho tagliato la pelle della dimensione che mi serviva, con la macchina senza il filo ho fatto i buchi per fare la cucitura a mano precisa....




Ed ecco il risultato....







Se volete un'idea su come "salvare" i body a manica lunga dei vostri bambini per la primavera o  l'autunno quando non fa ancora così freddo leggete anche Accorciare le maniche di un body

Alla prossima ;)




DUE GIACCHETTI MILITARI DA UN PAIO DI PANTALONI

 Ecco il mio ultimo progetto....Leo quest'ultimo periodo è fissato con il vestiario militare ma non sono riuscita a trovare nessuna stoffa che mi andasse bene, allora mi sono ricordata di avere un vecchio paio di pantaloni che potevano rinascere....


Ed ecco il risultato, due comodi giacchetti per questa stagione, così abbiamo accontentato anche Simone....è proprio il caso di dire due piccioni con una fava!!


In questo post non spiegherò il procedimento per realizzare il giacchetto, sto però mettendo a punto un tutorial per chi volesse cimentarsi che troverete a breve sul mio negozio di Etsy LeCoseDiBibbi
Per chi invece è già pratica, può bastare solo lo spunto, l'idea per riciclare cose che avete già in casa ;)
Ho tagliato il pantalone aprendo la gamba a metà.....

 

 Da ogni gamba ho tagliato i pezzi necessari per ricavare un giacchetto.
La stoffa di questo pantalone era felpata internamente quindi non ho neanche dovuto aggiungere la fodera internamente, ed è perfetto per la mezza stagione


Ottenuti i pezzi l'ho confezionato aggiungendo due toppe nella parte anteriore.
Con il bordo del pantalone ho fatto le "tasche finte", nel tutorial spiegherò invece sia come fare le tasche che come foderarlo...
Ed ecco il risultato, i bambini erano felicissimi e a parte il tempo per farlo il costo è ridicolo, quindi sono stata molto contenta anch'io ;)


Questo invece è quello ispirato a Ryder della Paw Patrol...piano piano aggiungerò la lunga collezione


Questo è l'ultimo arrivo, avevamo delle toppe che ci piacevano, una passione per l'arancione ed ecco il risultato 😉




Il bello di questi giacchetti è che possono essere usati sia per uscire ma anche per mascherarsi, o per giocare in casa, sono facilissimi da fare e possono essere personalizzati in mille modi.....scatenate la fantasia...e buon lavoro!!!

RIUTILIZZARE UN LETTINO IKEA

Come tanti, anche io ho utilizzato per i miei figli questo semplice lettino Ikea, basico ma molto resistente, neutro e proprio per questo si adatta a tante camerette e soprattutto cambia completamente aspetto se lo si veste con lenzuola e paracolpi colorati......si ma quando non serve più che si fa???
Ecco qualche idea.....




Questo è quello che ho fatto io....

ATTACCAPANNI

ci sono sempre "troppi" vestiti dei bambini in giro, aggiungendo qualche gancio ecco un bel po' di posto per appenderli pronti per essere riutilizzati, volendo con un po' di vernice si può anche colorare a piacere


oppure i cappotti dei grandi ;)


TESTATA PER IL LETTO A CASTELLO

Il letto a castello, sempre di Ikea, molto comodo ma se non è appoggiato ad una parete, ha quel buco scomodo che fa cadere i cuscini e non ti permette di stare seduto nel letto...ecco che le spondine del lettino tornano utilissime, bastano 4 fascette ed ecco una comoda testata portaoggetti e....pupazzi!!!


BACHECA DEI RICORDI

Con la base è nata la bacheca dei ricordi, ho incollato del sughero, con la colla a caldo ho attaccato tutti i giochi di quando i bambini erano piccoli e quelli che non usano più insieme a pezzi di macchinine rotti, bulloni avanzati e chi più ne ha più ne metta...







alla prossima.....


- Copyright © Le cose di Bibbi - Hatsune Miku - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -